In-forma


Stampa

Franco Costalonga Composizione, 1987, Courtesy Carla Romanenghi

Agli Archivi della Misericordia di Venezia, dal 9 maggio al 9 luglio, in concomitanza con la 57ma Esposizione Internazionale d’Arte, Valorizzazioni Cuturali-Art-Events e Artouverture, organizza e allestisce una mostra dedicata alle sperimentazioni nel mondo dell’arte contemporanea che si legano alle tematiche sviluppate dalle avanguardie degli anni ‘60 e ‘70.

Gli artisti presenti nella mostra sono: Enrico Benetta, Franco Costalonga, Tommaso Dognazzi, Francesca Giraudi, Antonia Pia Gordon, Christina Klein, Gunter Pusch, Gianluca Rebollini, Rudy Sesti, Dino Valdelli, Vittorio Ziffarelli, vale a dire che sono insieme Maestri del periodo d’oro del Novecento, come Franco Costalonga, e altri più giovani che si confrontano oggi con gli esiti di quegli anni così fecondi, come la giovane Christina Klein.

Intorno ad alcuni temi classici dell’arte informale si sviluppano le ricerche di artisti che si focalizzano intorno al rapporto tra forma e segno, spaziando dal realismo magico, all’astrattismo geometrico fino a esecuzioni miste tra materialismo e arte povera.

Gli artisti che hanno esplorato questo rapporto hanno dato origine a opere estremamente diversificate con esiti diversi, da quelli più spirituali alle creazioni più materiche, da esempi riconducibili all’espressionismo astratto a soluzioni più libere all’insegna dell’improvvisazione, dove l’evento artistico, svuotato da qualsiasi residuo valore formale, si esaurisce con l’atto stesso della sua creazione.

Una sezione particolare è curata dall’Arch. Luca Curci, Direttore della Piattaforma di Comunicazione It’s Liquid e curatore anche dell’artista Antonia Pia Gordon, e offre uno sguardo sulle sperimentazioni informali nell’ambito delle nuove tecnologie, includendo quindi il complesso e stratificato rapporto con il mondo virtuale, intangibile e incorporeo, quale terza dimensione che si aggiunge alla bidimensionalità tipica del rapporto ontologico tra forma e segno.

La mostra è curata da Carlo Galli, fondatore di Artouverture, in collaborazione con It’s Liquid e Valorizzazioni Culturali | Art-Events, società che opera in ambito culturale con un duplice ruolo: recupero e gestione d’immobili storici e organizzazione di eventi.

In particolare, Valorizzazioni Culturali ospita la mostra all’interno degli spazi attigui all’Abbazia della Misericordia, chiesa risalente al XIII secolo e sconsacrata dal 1969. Gli ‘Archivi’, come sono stati ribattezzati i locali, sono tornati a nuova vita ospitando al primo piano gli uffici della stessa società e al piano terra esposizioni d’arte temporanee che si susseguono ininterrottamente.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.