AGENZIA DI INFORMAZIONE DELLE ARTI

twitter bwlinkedin bwgoogle bwfacebook bw

Dal 7 maggio e fino al 26 giugno, presso la Sala Mostre del Castello Visconteo di Pavia, è esposta la mostra “Da Giampietrino a Segantini. Dipinti della collezione Superti Furga al Castello Visconteo di Pavia” organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pavia in collaborazione con i Musei Civici di Pavia e con il professor Ferdinando Superti Furga.  Si tratta di 24 capolavori dell’arte italiana, che coprono l’arco temporale che va dalla fine del XV secolo agli albori del XX, appartenenti alla vasta collezione del professor Ferdinando Superti Furga, una piccola parte, circa un terzo della collezione e rappresentano un’anteprima della raccolta che il collezionista ha destinato per intero ai Musei Civici di Pavia. La collezione Superti Furga si concentra sulla pittura italiana tra la fine del XIV e l’inizio del XVI secolo, e non segue criteri precisi di raggruppamento se non la curiosità e la passione irrazionale del collezionista. Il criterio di scelta delle opere, così lo illustra Ferdinando Superti Furga: “Non ho selezionato le opere secondo un movimento, un genere o un periodo, ma ho seguito l’idea della pittura in quanto modalità di espressione comunicativa, apprezzandola nel contesto generale dell’evolvere della storia. …”.  Il percorso espositivo segue un…
Un’opera di Alighiero Boetti offre lo spunto per il titolo della mostra “Dall’oggi al domani. 24 ore nell’arte contemporanea”, a cura di Antonella Sbrilli e Maria Grazia Tolomeo, aperta al MACRO - Museo d’Arte Contemporanea Roma Sala Bianca, dal 30 aprile al 2 ottobre e promossa da Roma Capitale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, realizzata con il contributo di Bulgari. Con questa mostra si intende offrire alcuni spunti di riflessione sul grande tema del tempo, da sempre caro agli artisti di ogni epoca e che è diventato via via più urgente a partire dal XX secolo. Nella nostra epoca, in cui la tecnologia e internet hanno mutato la nostra percezione della realtà, il concetto di tempo resiste e ritma ancora la nostra vita nel rispetto di criteri e grazie a strumenti che sono stati creati dall’uomo centinaia di anni fa. Il nostro calendario è ancora basato su quello gregoriano, introdotto da oltre quattrocento anni, la giornata è da secoli scandita da ventiquattro ore, e lo strumento che utilizziamo per calcolarla è ancora l’orologio, a cui affidiamo l’organizzazione del nostro tempo personale e collettivo. Grazie a internet, il tempo delle nostre vite si è accelerato, ma anche dilatato, perché i…

La figura e i suoi luoghi

Venerdì, 29 Aprile 2016

n. 3029

Allo scultore Franco Fossa (Milano 1924 – Rho 2010), Palazzo Leone da Perego/MA*GA di Legnano (MI) dedica dal 30 aprile al 26 giugno una grande mostra antologica presentando oltre cinquanta opere tra sculture in gesso, cera, legno, bronzo e disegni a pastello, realizzate, da uno dei più significativi autori del secondo dopoguerra italiano, capaci di rivelare un linguaggio plastico potente, attento all’uomo e violentemente espressionista. L’esposizione, dal titolo Franco Fossa. La figura e i suoi luoghi, è curata dall’Associazione Franco Fossa con Emma Zanella. Seguendo un percorso cronologico delle opere esposte, si desume che Franco Fossa ha lasciato un segno notevole nel panorama dell'arte contemporanea inserendosi a pieno titolo, dopo gli studi con Marino Marini, Giacomo Manzù e Francesco Messina, nel filone del Realismo Esistenziale, movimento attivo a Milano nella seconda metà degli anni Cinquanta. La mostra si apre proprio con alcune opere del giovane Fossa come Bambini (1954), Donna con gatto (1952), Uccello (1950), realizzate nei primi anni Cinquanta, appena trasferitosi a Milano, città impegnata a ricostruire se stessa, anche culturalmente, dopo gli orrori della guerra; una città al centro del dibattito artistico italiano, ricca di stimoli, di occasioni di incontro, di riviste, di mostre. Proprio la scena artistica…

MIA Photo Fair

Mercoledì, 27 Aprile 2016

n. 3028

La fiera dedicata alla fotografia d’arte ideata e diretta da Fabio Castelli, quest’anno giunta alla sesta edizione è in programma a The Mall, centro polifunzionale nel quartiere di Porta Nuova Varesine a Milano, da venerdì 29 aprile a lunedì 2 maggio con 80 gallerie provenienti da 13 diverse nazioni del mondo con 230 artisti esposti in 109 stand, e poi 16 editori specializzati e 16 artisti indipendenti. Essa gode del patrocinio della Regione Lombardia, della Città Metropolitana di Milano e del Comune di Milano e si realizza grazie al contributo dei main Sponsor BNL Gruppo BNP Paribas e Lavazza e dello Sponsor Eberhard & Co. Avendo ottenuto grande successo nella scorsa edizione del 2015, con oltre 22.000 visitatori, MIA Photo Fair sceglie di prolungare il proprio periodo di apertura, accogliendo il pubblico dal giovedì e proseguendo fino al lunedì. Confermato il format canonico della fiera, che alla partecipazione delle gallerie, libere di esporre collettive o progetti monografici, associa Proposta MIA, con una selezione di fotografi che presentano il proprio lavoro individualmente. Anche quest’anno viene istituito il Premio BNL Gruppo BNP Paribas, assegnato da una giuria qualificata ai fotografi che prendono parte alla fiera, esponendo con le proprie gallerie di riferimento.…

Roman Signer. Films and installations

Venerdì, 22 Aprile 2016

n. 3027

Dal 22 aprile al 3 luglio, al MAN, Museo d’Arte Provincia di Nuoro, è esposta la mostra dedicata a Roman Signer, “Films and Installations”, a cura di Lorenzo Giusti e Li Zhenhua, in ambito alla quale sono presentati oltre duecento film e di una serie di nuove installazioni realizzate per questa occasione.  Questo progetto al MAN di Nuoro si divide in due segmenti. Il primo, nato dalla collaborazione con il Chronos Art Center di Shanghai, presenta l’intera produzione di filmati in Super 8 realizzati dall’artista nel corso della propria attività. Un nucleo di 205 opere che vanno dal 1975 al 1989 - anno in cui Signer abbandona la pellicola per passare ad altri supporti - presentate all’interno di un’affascinante videoinstallazione a 100 canali realizzata in Cina e qui riproposta in una nuova versione arricchita e sviluppata. Video girati nel proprio “laboratorio” di San Gallo oppure in spazi naturali, soprattutto a Weissbad, nel cantone di Appenzell. Il secondo segmento del progetto presenta tre nuovi lavori scultorei creati per la mostra al MAN, connotati come sempre da un’ironia sottile. Tra le nuove produzioni, Ombrelli (2016) è un’opera site specific per la scalinata del museo, un sistema bizzarro di parapioggia tenuti insieme da…
Pagina 3 di 133